Il giocatore d’azzardo che ha iniziato a giocare all’età di 8 anni vuole regole pubblicitarie più severe

The hand of a man stopping falling dominoes

UN 33 uomini da Rotherham che è stato introdotto per la prima volta al gioco d’azzardo quando lo era otto anni durante una vacanza in famiglia, ha chiesto normative più severe riguardante pubblicità di giochi d’azzardo.

Come presentato dalla BBC, l’uomo con cui, secondo quanto riferito, avrebbe avuto il suo primo incontro macchine per la frutta E slot per centesimi all’a sala giochi sul mare anche quando era bambino emessi avvertimenti sul potenziale crisi del costo della vita che potrebbe innescarsi questioni diffuse per i giocatori all’inizio dell’anno.

Il divertimento innocuo si è trasformato in una grave dipendenza

Nel corso dei due decenni successivi, quello che era iniziato come un divertimento apparentemente innocente nelle sale giochi divenne un problema serio per l’ex giocatore.

Quando è cresciuto, ha iniziato a chiedere ai suoi familiari di scommettere per lui prima che potesse visitarlo personalmente terminali di scommesse a quota fissa quando si voltò 18.

La sua nuova abitudine di piazzare ripetutamente scommesse di centinaia di sterline alla fine ha iniziato a portare a problemi, che si sono trasformati in una spirale overdose E senzatetto problemi.

In 2018l’uomo, che ora fa il camionista, è riuscito a rinunciare alla sua dipendenza dal gioco d’azzardo, esprimendo sentimenti di “contento” per lo stato di “caos assoluto” in cui si trovava.

“L’ho visto come un ambiente caldo e sicuro”

Parlando del modo in cui è iniziata la sua dipendenza, l’ex giocatore ha spiegato di essere stato “immediatamente” attratto dalle “luci brillanti delle sale giochi, dai suoni delle macchine e dalle monete che cadevano”. Ha aggiunto che considerava i portici “un ambiente caldo e sicuro”.

Nel corso della sua “carriera di gioco d’azzardo”, stima di aver perso £ 100.000 ($ 124.600) e continua ad avere debiti £ 30.000 ($ 37.000).

Al momento non è in grado di ottenere un mutuo ipotecario o un contratto di telefonia mobile.

Pur sottolineando le implicazioni finanziarie che il gioco d’azzardo può potenzialmente innescare a lungo termine, l’ex tossicodipendente ha parlato anche del tempo perso “quando non era presente”.

Il punto di svolta

Sei anni fa, l’uomo raggiunse il suo punto di svolta quando credeva che gli fossero rimaste tre scelte cruciali: andare in prigione, togliersi la vita o smettere di giocare d’azzardo.

Ha spiegato che era “così stanco e stufo e sapeva nel profondo che era ora” di lasciarsi andare.

Il suo moglie fu anche colpito dalla sua dipendenza, soffrendo a crollo mentale a causa del suo gioco d’azzardo, che considerava uno dei suoi punti più bassi.

Ha deciso di chiedere supporto al Linea di assistenza nazionale per il gioco d’azzardo che ha descritto come “adorabile e non giudicante”. Anche se il recupero è avvenuto gradualmente, a volte minuti alla volta,” al momento l’ex giocatore dice di essere “a buon punto”.

La necessità di una migliore istruzione per i genitori

Gioco d’azzardo con la vitaun ente di beneficenza nel Regno Unito, parla di circa 500 suicidi legati a questioni legate al gioco d’azzardo ogni anno in Inghilterra, nonché 80.000 bambini che sono a rischio o già soffrono di dipendenza dal gioco d’azzardo.

Lo stesso ex giocatore d’azzardo ha un figlia di tre anni. Anche se non incolpa i suoi genitori o gli adulti della sua vita per avergli permesso di giocare d’azzardo fin dalla giovane età, riconosce che il gioco d’azzardo era “normalizzato” intorno a lui.

Per questo chiede una migliore istruzione per i genitori sui potenziali pericoli del gioco d’azzardo, insieme a norme più severe in materia di pubblicità del gioco d’azzardo.

L’ex giocatore spera anche che la sua storia di vita venga usata come monito per la prossima generazione riguardo ai potenziali danni del gioco d’azzardo, con la speranza di poter un giorno realizzare un documentario.

Recentemente, a Università di Bristol SU pubblicità di giochi d’azzardo sui social media ha chiesto una serie di modifiche normative nel Regno Unito.

Nuovi Casinò
Wild Tokyo Casinò: BONUS: 210% sul primo deposito fino a 500€ + 250 free spin
Machance Casinò: BONUS: 150% sul primo deposito fino a 2500€ + 100 free spin
Rolling Slots Casinò: BONUS: 200% sul primo deposito fino a 500€ + 100 free spin
Need for Spin Casinò: BONUS: 300% sul primo deposito fino a 1000€ + 300 free spin
Neon54 Casinò: BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 100 free spin
1Bet Casinò: BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€
Rabona Casino: BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 200 giri gratis
Sportaza Casino: BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 200 giri gratis
Zodiacbet Casinò: BONUS: Fino a 1000€ di Bonus sui primi 4 depositi
Powbet Casinò: BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 200 giri gratis