CoinDesk: Polygon Labs ha riservato un trattamento speciale al validatore di DraftKings

France Passes Sorare Law, Awaits Approval from the Constitutional Council

Gigante americano del gioco d’azzardo DraftKings servito come membro di Laboratori Poligonali comunità di validatori. Ciò che quest’ultima società non ha rivelato, però, è che l’operatore non era veramente un “membro alla pari” della comunità.

Come delineato in un rapporto di CoinDesk, un punto vendita di criptovalute, Polygon aveva firmato un accordo incredibilmente redditizio per DraftKings. Per riferimento, DraftKings è diventato uno dei validatori di Polygon Labs all’inizio del 2022, segnando la prima volta che una grande azienda quotata in borsa ha assunto un ruolo nella governance della blockchain.

CoinDesk ha esaminato dozzine di record on-chain relativi al programma di validazione dell’azienda per comprendere meglio la situazione.

I dati esaminati hanno mostrato che Polygon ha fornito a DraftKings milioni di dollari in criptovalute nel 2021. Sebbene il quotidiano non abbia potuto confermare se DraftKings avesse acquistato questi token, ha aggiunto che l’operatore ha anche guadagnato milioni attraverso il suo speciale accordo di validazione.

CoinDesk ha aggiunto che questo accordo fornisce una “rara finestra” su un accordo che non è stato reso pubblico.

Il poligono trattava DraftKings in modo diverso

Come accennato, DraftKings non era un membro alla pari della comunità di validatori di Polygon ed è stato compensato molto meglio degli altri membri. Nonostante ciò, il validatore di DraftKings alla fine si è spento.

Essendo uno dei validatori di Polygon, DraftKings avrebbe dovuto prestare potenza di calcolo alla sua rete e verificare le transazioni sulla piattaforma. I validatori vengono ricompensati ricevendo automaticamente l’invio del token crittografico di Polygon, MATIC, in un processo noto come staking.

I validatori possono puntare i token MATIC per guadagnare più token. Nel frattempo, i proprietari di MATIC che non dispongono di propri validatori possono delegare i propri token ad altri per una commissione del 5%-10% sui premi guadagnati da tali token.

Tuttavia, DraftKings invece addebitata una commissione del 100%., privando i piccoli deleganti dei token MATIC. Inoltre, la società di gioco d’azzardo è cresciuta fino a diventare uno dei maggiori validatori di Polygon. Inutile dire che questo accordo era davvero insolito anche nel settore Web3.

CoinDesk ha appreso che il validatore di DraftKings ha beneficiato dei token MATIC delegati da Polygon e ha preso una commissione del 100% su una tranche molto grande. Nell’ultimo anno, il validatore di DraftKings ha messo in staking 65,5 milioni di token MATIC, il 91% dei quali gli è stato delegato da Polygon.

CoinDesk ha anche scoperto che DraftKings aveva messo in staking i primi 2,5 milioni di token MATIC ricevuti da Polygon. L’operatore ha ricevuto questi token nell’ottobre 2021 e, subito dopo, ha aperto un mercato NFT basato su Polygo e ha accettato di eseguire un validatore. Quando DraftKings è diventato ufficialmente un validatore, ha annunciato che avrebbe messo in stake “gli asset che detiene nella sua tesoreria”, senza specificare di aver ricevuto quei token da Polygon.

DraftKings ha accumulato enormi ricompense grazie al trattamento

Come accennato in precedenza, il trattamento speciale riservato a DraftKings non era qualcosa di divulgato da Polygon e contraddiceva attivamente la sua affermazione secondo cui DraftKings sarebbe stato un membro alla pari della comunità dei validatori.

Alla fine della partnership, DraftKings era stato delegato 60 milioni di MATIC per aiutarlo a guadagnare più premi. Prima della caduta in disgrazia del validatore nell’ottobre di quest’anno, DraftKings ha ritirato un totale di 3,2 milioni di MATICdel valore di circa 2 milioni di dollari e, grazie al trattamento speciale di Polygon, aveva accumulato più ricompense personali di qualsiasi altro membro della comunità di validatori.

Evidentemente, il guadagno di DraftKings è stata un’altra perdita per il validatore poiché la rete emette solo un numero finito di token MATIC all’anno.

SU 7 novembre, lo scandalo FTX ha portato ad un’ondata di sfiducia nel settore delle criptovalute. Per coincidenza, questa data ha segnato anche l’ultima volta che DraftKings ha messo in staking i suoi nuovi premi MATIC e ha deciso di ritirarli da quel momento in poi.

A settembre, il validatore di DraftKings ha iniziato a sottoperformare. Dopo tre avvisi, è stato chiuso per non aver soddisfatto i requisiti. Polygon ha quindi spostato i suoi 60 milioni di token MATIC delegati su un validatore diverso senza commissioni.

Nuovi Casinò
Wild Tokyo Casinò: BONUS: 210% sul primo deposito fino a 500€ + 250 free spin
Machance Casinò: BONUS: 150% sul primo deposito fino a 2500€ + 100 free spin
Rolling Slots Casinò: BONUS: 200% sul primo deposito fino a 500€ + 100 free spin
Need for Spin Casinò: BONUS: 300% sul primo deposito fino a 1000€ + 300 free spin
Neon54 Casinò: BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 100 free spin
1Bet Casinò: BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€
Rabona Casino: BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 200 giri gratis
Sportaza Casino: BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 200 giri gratis
Zodiacbet Casinò: BONUS: Fino a 1000€ di Bonus sui primi 4 depositi
Powbet Casinò: BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 200 giri gratis